Dedicato a tutti quelli che pensano che il problema sia solo “italiano”.

È proprio vero che la carta non verrà mai meno! Facebook lancia una rivista cartacea: "Grow", ma, attenzione, non è una rivista, è solo un "programma di marketing aziendale"! "Noi - ci tengono a sottolineare quelli di feisbuc - non siamo editori". Quindi categoricamente si rifiutano di chiamarla "rivista". Ho letto la notizia oggi su … Continua a leggere Dedicato a tutti quelli che pensano che il problema sia solo “italiano”.

Facebook butta un osso agli editori.

Non è un segreto che il sentimento che gli editori nutrono per Facebook sia di odio-amore. Così esordisce oggi Erik Sass nel suo articolo pubblicato su mediapost.com. "Comunque sia - prosegue Erik - Facebook è desiderosa di porre un rimedio e fare ammenda o, al limite [possiamo dire], di buttare un osso agli editori offrendo loro un … Continua a leggere Facebook butta un osso agli editori.

Da dove arrivano i soldi della pubblicità agli editori?

In un articolo pubblicato ieri su Business Insider UK, Lara O'Reilly, dopo aver letto un rapporto di Digital Content Next (DCN), ci avverte che gli editori stanno incassando molti meno soldi del previsto dalle piattaforme digitali come Facebook, Google e Snapchat. Ovviamente stiamo parlando di editori anglofoni. Più precisamente, i dati sono stati raccolti intervistando 19 … Continua a leggere Da dove arrivano i soldi della pubblicità agli editori?

Perché Facebook, è incompatibile con le notizie giornalistiche

by Frederic Filloux Sorgente: Facebook’s Walled Wonderland Is Inherently Incompatible With News   A parte la necessità di sistemare al più presto la sua immagine pubblica, Facebook non ha alcun interesse oggettivo a risolvere il problema delle storie false. Questa è l'opinione di Frederic Filloux che nella sua newsletter settimanale spiega perché dobbiamo prendere atto del fatto che a Facebook non … Continua a leggere Perché Facebook, è incompatibile con le notizie giornalistiche

Facebook si ingoia il mondo! … e allora?

QUALCOSA DI VERAMENTE DRAMMATICO sta accadendo al panorama dei nostri media di comunicazione, alla sfera pubblica e alla nostra industria del giornalismo, e questo succede quasi senza che ce ne accorgiamo e certamente senza il livello di esame critico e di dibattito pubblico necessario. Così inizia l'intervento di Emily Bell direttrice del "Tow Center for Digital … Continua a leggere Facebook si ingoia il mondo! … e allora?

Apple News delude gli editori americani.

Se è vero che agli editori americani non piace il giardinetto di Facebook, "Instant Article", come riportato pochi giorni fa dal WSJ, è anche vero che, per ragioni diverse, non sono soddisfatti nemmeno dalle soluzioni proposte da Apple News. Il titolo dell' articolo pubblicato su digiday.com lo scorso 13 novembre, è molto esplicito: "Gli editori sono insoddisfatti dai risultati … Continua a leggere Apple News delude gli editori americani.

Disruption! Perché a farne le spese non saranno solo i giornalisti.

Disruption! Termine molto usato e molto caro a chi si occupa di analizzare le conseguenze dell'avvento del digitale nel mondo dei media. Cosa significa? Cercando sui vari dizionari online ho trovato diversi significati: disfacimento, disgregazione, frantumazione, interruzione, rottura, scompiglio. Insomma: niente sarà più come prima! A farne le spese nel mercato dell'informazione non saranno solo i giornalisti, ma molte altre figure professionali … Continua a leggere Disruption! Perché a farne le spese non saranno solo i giornalisti.