Tu non sei un giornalista! Mettitelo bene in testa! Sei solo un “curatore di notizie”.

Neanche di contenuti, ma solo di notizie, curatore di notizie!

Volete sapere cosa pensa veramente Facebook dei giornalisti? Gizmodo.com ha intervistato alcuni “curatori di notizie” (così chiamano i giornalisti quelli di Facebook) ingaggiati per il progetto segreto di Mark Zuckerberg, “trending news” che potremmo tradurre con “notizie di tendenza”.

Secondo quanto riportato da gizmodo.com che ha intervistato cinque ex membri del team che ha lavorato al progetto, quelli di Facebook hanno una visione decisamente debole del giornalismo e del talento dei giornalisti. Nelle interviste con Gizmodo.com, questi ex curatori hanno descritto le condizioni estenuanti di lavoro, e i trattamenti umilianti accompagnati da una cultura imperiosa e reticente che li ha fatti sentire come degli outsider usa e getta.

Dopo aver fatto questa esperienza, la quasi totalità di loro ha concluso con il ritenere di essere stata ingaggiata non per lavorare, ma per servire come modulo di formazione per l’algoritmo di Facebook.

Morale. Un mio mentore soleva dire che se si va con donne di un certo tipo, non si può pretendere che il sentimento sia compreso nel prezzo della prestazione. La cosa è reciproca.

Sorgente: Robot journalism: the end of human reporters? – The Listening Post(Feature) -Video | SLNN

Nota. L’immagine l’ho presa da Robot journalism the end of human reporters. Articolo in sintonia.

Vuoi commentare?