Usate WordPress? Siate pronti all’evento epocale: arriva Gutenberg

Che cosa succederà con l’avvento di Gutenberg, agli esistenti plugins di impaginazione di WordPress?

Verranno abbandonati dagli sviluppatori che li hanno creati?

E cosa succederà a tutti quei siti che sono stati creati con strumenti di impaginazione come per esempio. Page Composer, Elementor, Live Composer o Beaver Builder?

Queste sono le domande che ci siamo fatti un po’ tutti lo scorso 12 dicembre al WP Meetup di Milano.

E sono le stesse preoccupazioni che ha evidenziato Matt Mullengwen in occasione del WordCamp US in Nashville (dicembre 2017): “Ovviamente – dice Matt – tutti sono eccitati all’idea di cosa possa fare Gutenberg, ma mi sono reso conto che alcuni presenti a questo evento sono terrorizzati all’idea di cosa possa succedere: tutto si rovinerà, le cose non funzioneranno più, bisognerà rieducare i clienti … ma tranquillizzatevi, abbiamo pensato di fornire una versione di Gutenberg Classic Editor”

Le opinioni più diffuse sostengono che Gutenberg in versione stabile non sarà pronto per il prossimo Aprile 2018 e che prima di adottarlo la gran parte dei webmaster aspetterà ancora un paio di anni.

Si può essere d’accordo o meno con questa visione, ma resta il fatto che se la mattina del 1° aprile 2018, la versione 5.0 di WordPress sarà disponibile con le caratteristiche di Gutenberg incorporate, molti webmaster si troveranno di fronte al grande dilemma se fare l’update o meno.

Veramente esiste il rischio che con Gutenberg i siti con pagine e articoli creati con i plugins di impaginazione attuali verranno corrotti per questioni di incompatibilità o di conflitti di codice?

L’opinione più diffusa è che numerosi page builders di WordPress attualmente presenti sul mercato, offriranno l’opzione di disabilitare Gutenberg.

Altri ipotizzano che sia lo stesso WordPress ad offrire l’opportunità di disabilitare le caratteristiche di Gutenberg. In quale fase non è ancora chiaro: prima o dopo l’update?

Un’altra visione vede l’ipotesi che molti sviluppatori di plugin di impaginazione facciano tesoro delle caratteristiche di Gutenberg e le armonizzino all’interno dei loro codici.

Comunque vadano le cose, per gli sviluppatori dei vari sistemi di impaginazione per WordPress, la vita futura non sarà facile: ad aprile mancano solo tre mesi.

Se volete approfondire vi segnalo l’articolo in inglese apparso su LinkedIn di Morten Rand-Hendriksen che ha tenuto una sessione la settimana scorsa in occasione del WordCamp US in Nashville, dal titolo “WordPress is Changing. Here are 3 Things You Need to Know About Gutenberg

Oltre alla sua presentazione, è interessante anche guardarsi la registrazione dell’intervento di Matt Mullengwen contenuta nell’articolo che vi ripropongo di seguito.

Queste riflessioni sono state da me pubblicate originariamente, in una versione leggermente diversa, in questi due social: